– Pubblicato il

IXº Incontro del Gruppo Interdipartimentale delle Politiche Alimentari (GIPA) di Torino

Nella cornice del palazzo del Senato sabaudo a Torino, si è svolto, il 12 febbraio, il nono incontro del Gruppo Interdipartimentale delle Politiche Alimentari (GIPA). L'evento ha visto la partecipazione di figure del settore alimentare e ambientale, nonché rappresentanti della comunità e delle istituzioni locali.

L'apertura dei lavori è stata caratterizzata dalla presentazione dell'Approvazione DGC n. 870, riferita alla "definizione di una guida per una Politica del Cibo della Città di Torino". Un documento, come evidenziato nel comunicato stampa del 22 dicembre 2023, dall'Assessora alla Transizione Ecologica Chiara Foglietta, che mira a "migliorare la qualità della vita delle persone e del territorio anche per giocare un ruolo di innovazione sul piano nazionale e internazionale nella prospettiva del raggiungimento della neutralità climatica nel 2030, l'ambizioso obiettivo su cui la nostra città si sta impegnando a fondo". 

Il tutto a partire dal "lavoro di analisi e condivisione realizzato all'interno del GIPA nell'ambito del progetto EU - H20220 FUSILLI e attraverso il dialogo costante con il gruppo di lavoro dell'Atlante del Cibo di Torino e l'utilizzo di dati e informazioni da esso prodotti nei suoi rapporti e nell'ambito del Food Metrics Report realizzato dalla Città".

Durante la giornata, infatti, oltre alla presentazione di alcuni aggiornamenti da parte dei diversi settori sulle principali azioni in corso. è stato presentato il Torino Food Metrics Report 2023. Si tratta, come riporta Alessia Toldo dell'Università di Torino/Atlante del Cibo di un' "edizione di passaggio perchè percepita sempre meno come output di un progetto dalla natura contingente e sempre di più come uno strumento ordinario che è della città per la città. Il Food Metrics Report sarà da pensarsi in un formato, come l'Eco Food Map di Leuven o la Food System Map del Vermont, che possa garantire delle fotografie che non invecchiano e che siano interrogabili: una veste dinamica, partendo dall’analisi dei dati che ci sono e da quelli che mancano".

 

Successivamente è stato presentato il bando vinto dalle 7 imprese a partire dalla call di Torino City Lab, volta a "selezionare soggetti interessati a co-sviluppare e testare in condizioni reali, soluzioni innovative nell’ambito dell’economia circolare legata alla produzione, distribuzione e commercializzazione di cibo, al fine di valutarne la fattibilità tecnica, il potenziale accesso e replicabilità, la sostenibilità di mercato, nonché le relative ricadute positive per le comunità di riferimento"

La giornata si è conclusa con la suddivisione in gruppi tematici focalizzati su argomenti quali la produzione e distribuzione alimentare, le diete e la giustizia sociale, lo spreco e l'economia circolare. Questi gruppi hanno lavorato attivamente per individuare obiettivi e azioni concrete da perseguire nel proseguo delle azioni del GIPA.

Condividi

Partecipa

Hai un progetto da proporre, un evento o una ricerca da segnalare?
6 + 10 =
Scrivi il numero del risultato per confermare che non sei un robot ;)
Cliccando sul pulsante INVIA autorizzo al trattamento dei miei dati personali e accetto l'informativa sulla privacy